• Facebook
  • Twitter

News


News

 

 "SI! LOMBARDIA"

 

 BANDO RISTORI DI REGIONE LOMBARDIA 

 

Maggiori chiarimenti in merito al bando regionale “Si! Lombardia – Sostegno imprese Lombarde”

A risposta dei numerosissimi quesiti giunti alla scrivente Associazione, si precisa che il Bando regionale è indirizzato inequivocabilmente ad alcune tipologie di piccole imprese, per il comparto ambulanti sono coinvolti coloro che avendo un determinato codice ATECO (ricompreso tra quelli inseriti nel testo della delibera - tutti quelli che iniziano con 47.8… e quelli 56.10.4…) e con sede in regione Lombardia operano principalmente o prevalentemente in fiere, sagre o aree dedicate ad eventi e manifestazioni (es. eventi sportivi, concerti ecc.) infine necessita verificare (tramite proprio commercialista o ragioniere) l’esistenza di uno scostamento di bilancio verificato nei mesi tra marzo e ottobre anno 2020 con analogo periodo 2019.

Essendo un Bando con un budget chiuso pari a € 2.000.000,00 (due milioni di euro) ed avendo la regione stabilito di aprire la possibilità di inviare la domanda per la partecipazione al bando con decorrenza dal 26 novembre 2020 dalle ore 11:00 va da se che chi prima arriva meglio alloggia.

Ciò premesso e senza introdurre il tema del classico blocco derivante dal cd. “cono di bottiglia” che si creerà all’apertura del cd. “click day” essendo noi ambulanti in Lombardia oltre 20.000, lasciamo a voi le dovute considerazioni e ai leoni delle tastiere, coloro che sanno tutto e tutto a loro è dovuto, porgiamo la domanda: ma perchè alla categoria degli ambulanti è stata destinata l’ultima finestra di accesso e per altro la meno capiente?

Infine rammentiamo che come abbiamo sempre fatto e come continueremo sempre a fare da associazione seria quale noi siamo rimaniamo a vostra disposizione per aiutarvi alla presentazione della domanda tutt’altro che facile, dandovi correttamente le notizie appena sono ufficiali.

Si rammenta a tutti che essendo un Bando pubblico, tutte le domande verranno controllate e qualora l’amministrazione dovesse riscontrare dichiarazioni mendaci dovrà provvedere al recupero con gli interessi more e sanzioni delle cifre elargite impropriamente.

Data ultimo aggiornamento: 19/11/20
Categoria: News
Tipologia: Regione Lombardia