• Facebook
  • Twitter

News


News

IMPORTANTE

 

Una sentenza del Consiglio di Stato, che è il secondo e ultimo grado della giustizia amministrativa, ha stabilito che il comune di Milano può imporre i limiti di circolazione e quindi vietare l’ingresso nell’area urbana ai mezzi pesanti (Bus, camion, furgoni, autoarticolati) sprovvisti di sensori per l’angolo cieco. La sentenza ribalta quella del tribunale amministrativo regionale (TAR) della Lombardia, che a novembre aveva a sua volta annullato la delibera del comune di Milano che introduceva l’obbligo dei sensori per i mezzi pesanti (M2 e M3 - N2 e N3) dopo una serie di incidenti mortali che avevano coinvolto diversi ciclisti.

A tale scopo, con la presente vi informiamo nuovamente sulla notizia del mese di settembre 2023, che fa chiarezza su cosa prevede questa norma.

 

 

 

Notizia precedente del mese di settembre:

 

 

 

Il Tar della Lombardia ha annullato i provvedimenti del Comune di Milano sull'obbligo dei sensori per l’angolo cieco.

 

L’obbligo di installare i dispositivi per rilevare la presenza di pedoni e ciclisti era entrato in vigore il 2 ottobre scorso, in seguito a una delibera del Comune di Milano che lo aveva imposto ai veicoli di categoria M3 e N3 per poter accedere in Area B.

Contro le decisione di Palazzo Marino erano stati presentati due ricorsi, che il Tribunale Amministrativo Regionale ha ora accolto, ritenendo che la disciplina della circolazione stradale sia di competenza esclusiva dello Stato e non del Comune.

 

Il Comune di Milano ha annunciato che impugnerà la sentenza rivolgendosi al Consiglio di Stato.

Categoria: News
Tipologia: Scenario nazionale